Ricette marchigiane/ Secondi piatti di carne

Coniglio in potacchio: specialità della cucina marchigiana

Coniglio in potacchio marchigiano

Il coniglio in potacchio è un secondo tipico delle Marche. Si tratta di un piatto rustico e gustoso, ideale per un bel pranzo della domenica o per arricchire un menù ispirato ai sapori della tradizione marchigiana. Il nome della ricetta richiama il metodo di cottura impiegato. Il “potacchio”, dal francese potage (minestra), è una sorta di brasatura utilizzata non solo per il coniglio, ma anche per pollo, agnello, verdure e pesce. Il termine è entrato nel dialetto regionale a partire dalla fine del ‘700, in seguito all’arrivo dell’esercito napoleonico.

Preparazione squisitamente marchigiana, la cottura in potacchio avviene in un sughetto a base di olio di oliva, vino bianco, aglio e odori. Si tratta quindi storicamente di un sugo in bianco, anche se oggi non è raro trovarlo con l’aggiunta di pomodoro. La ricetta del coniglio in potacchio proposta dallo chef prevede l’utilizzo, opzionale, di un po’ di concentrato di pomodoro. Scegli tu se impiegarlo per dare al piatto un pizzico di colore e sapore in più, o se attenderti all’antica versione della cucina marchigiana.

Il coniglio in potacchio e altre specialità regionali

Il coniglio in potacchio è figlio della tradizione rurale e contadina. La carne di coniglio è protagonista di diversi piatti della cucina marchigiana. Il motivo va certamente ricercato nell’abbondanza di allevamenti nelle campagne delle zone interne, specialmente tra Ascoli, Macerata, Fabriano. La carne di coniglio è la scelta perfetta per chi segue un’alimentazione sana. È infatti poco calorica ed estremamente nutriente, oltre a essere fonte di proteine, ferro, fosforo e potassio. L’esperienza delle massaie e le caratteristiche assolutamente uniche delle carni locali hanno dato vita a specialità tutte da provare. Qualche esempio? Il coniglio in porchetta alla marchigiana, quello alla pesarese con lardo e pecorino, oppure quello alla cartocetana con prosciutto e anice.

Sugoso, aromatico e semplicissimo da cucinare, il coniglio in potacchio porta a casa tua i sapori di una volta. Accompagnato da una generosa porzione di patate al forno, o da verdure di stagione, è il piatto perfetto per deliziare i tuoi ospiti e saziarli senza appesantirli.

Coniglio in potacchio: la ricetta dello chef

Stampa la ricetta
Dosi per: 4 persone Tempo: 55 Min

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di coniglio
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di timo
  • 50 grammi di pancetta fresca
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1/3 di bicchiere di aceto bianco di vino
  • 50 grammi di concentrato di pomodoro ( a piacere)
  • Sale e pepe

Procedimento

1

Taglia il coniglio in pezzi da 100 grammi circa.

2

Mettilo a bagno in acqua fredda e aceto per 10 minuti, poi sciacqualo e asciugalo tamponando con un panno.

3

Fai scaldare un paio di cucchiai di olio di oliva con l'aglio tagliato a fettine e la pancetta sminuzzata.

4

Aggiungi i pezzi di coniglio, ricopri con gli odori spezzettati e lascia rosolare 3 minuti.

5

Gira i pezzi di coniglio e, quando la carne sarà rosolata da tutti i lati, aggiungi un pizzico di sale, pepe, e sfuma con il vino bianco.

6

Quando il vino è evaporato (a piacere aggiungi il concentrato di pomodoro e amalgama), copri con coperchio e lascia cuocere a fuoco dolce 40 minuti, girando la carne a metà cottura.

7

Servi il coniglio in potacchio irrorando con il suo fondo di cottura.

Summary
Recipe Name
Coniglio in potacchio
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
5 Based on 2 Review(s)

Nessun commento

Lascia un commento