Contorni/ Ricette Basilicata

Cavolfiore seduto, con olive e peperoni cruschi

Il cavolfiore seduto è un contorno tipico della cucina lucana che si prepara con il cavolfiore messo a cuocere intero e lasciato brasare fino a quando si sarà completamente intenerito, che localmente si definisce appunto “seduto”. Per la ricetta del cavolfiore seduto occorre mondare il cavolfiore intero e farlo rosolare in un fondo di olio di oliva, (o strutto), cipolla affettata, olive nere e peperoni di Senise cruschi e alcuni usano aggiungere poca salsa di pomodoro durante la cottura.

Ricetta cavolfiore seduto

Ingredienti per 5 persone

Per la ricetta occorre un tegame (possibilmente di terra cotta) pressapoco di uguale diametro del cavolfiore, in modo che sia ben fermo durante la cottura.

  • 1 cavolfiore grande
  • mezza cipolla tritata
  • 150 grammi di olive nere denocciolate
  • un peperone crusco di Senise
  • uno spicchio di aglio schiacciato
  • un bicchiere di brodo vegetale
  • un cucchiaio di strutto o 2 di olio di oliva extravergine
  • sale

Procedimento

Monda il cavolfiore, privalo delle foglie esterne e rifila il torsolo eliminando la parte in eccesso. Lavalo in acqua fredda con un cucchiaino di bicarbonato di sodio e sciacqualo un paio di volte.

Scalda un tegame di coccio con lo strutto, aggiungi la cipolla il peperone dolce e lo spicchio di aglio. Lascia insaporire il fondo un paio di minuti, elimina l’aglio e aggiungi le olive e il cavolfiore posto con il torsolo verso il fondo del tegame.

Sala, versa il brodo e cuoci 20 minuti con coperchio. Quando il brodo si sarà asciugato, aggiungi le olive e lascia cuocere fino a quando il cavolfiore sarà cotto. Servi il cavolfiore seduto in un piatto da portata cospargendolo con il fondo di cottura.

Potrebbe interessarti anche:

Nessun commento

Lascia un commento