Enogastronomia/ Prodotti del Lazio

Provatura, formaggio filante laziale

Provatura

La provatura è un prodotto tipico del Lazio, non molto conosciuto oltre i confini regionali ma assolutamente da assaggiare. Formaggio di latte di bufala a pasta filata, ricorda nella forma la mozzarella ma ha un gusto più forte e deciso. Nasce nel Lazio del sud, nell’area compresa tra la pianura Pontina e i monti Lepini.

Grazie alla sua consistenza compatta e filante in cottura, questo prodotto tipico laziale è molto utilizzato in cucina, soprattutto per la preparazione di ricette sfiziose e ricche di sapore, come la mozzarella in carrozza, i classici supplì romani e i crostini con le alici. Il suo nome racconta l’origine del formaggio. La provatura era infatti la “prova”, vale a dire la porzione di pasta che veniva utilizzata per valutare la qualità in fase di lavorazione.

Origini della provatura e ricette

La storia della provatura si perde nel passato, tanto che la sua esistenza è attestata da documenti risalenti al XII secolo. Secondo alcuni studiosi ed esperti di gastronomia, questa delizia è forse antecedente alla mozzarella, ma l’argomento è ancora largamente discusso. Un’opera medica campana confonde ancora di più le acque sovrapponendo le preparazioni.

A proposito del latte di bufala!  Si legge che era utilizzato per fare: “…quelle palle legate con giunchi che qui si chiamano mozze e a Roma provature”. Elencata nel 1690 tra i prodotti gastronomici italiani degni di nota, la provatura è oggi diffusa soprattutto al centro-sud dove è l’ingrediente chiave di diversi piatti regionali ed è realizzata anche con latte di mucca, oltre che con quello di bufala. Vuoi portare allora in tavola un gustoso piatto a base di provatura? Segui i passaggi della ricetta e sorprendi i tuoi ospiti con questa saporita e croccante mozzarella in carrozza! Da provare!

Summary
Author Rating
Aggregate Rating
1.5 based on 3 votes
Brand Name
Provatura, formaggio filante laziale
Product Name
Provatura

Potrebbe interessarti anche:

Nessun commento

Lascia un commento