Dolci/ Ricette torte

Tarte tatin: la torta di mele della pasticceria francese

La tarte tatin è un dolce classico della tradizione francese. Semplice negli ingredienti ma geniale nella preparazione, è una torta di mele capovolta immancabile nei menù d’oltralpe. Facile da servire e di sicuro successo, la ricetta della tarte tatin è davvero alla portata di tutti. Si inizia con la realizzazione del caramello, sciogliendo in acqua lo zucchero e aggiungendo il succo di limone. Le mele golden, sbucciate e tagliate, vengono cotte in un brodo a base di acqua, zucchero, burro e vaniglia e disposte in una tortiera assieme al caramello raffreddato e solidificato. A questo punto basta ricoprire tutto con pasta brisée, infornare e la tarte tatin è pronta per essere gustata.

Dall’errore alla gloria: storia della tarte tatin

Come spesso avviene con le ricette di culto, sembra che la tarte tatin sia nata da un errore. La sua storia inizia nel centro della Francia, a Lamotte-Beuvron, dove le sorelle Stephanie e Caroline Tatin gestivano un ristorante. Stephanie, famosa per la sua ottima torta di mele, un bel giorno si rese conto essere in ritardo con la preparazione. Nella fretta dimenticò di rivestire la teglia con la base di pasta brisée. Il locale era pieno di cacciatori affamati, tutti in attesa del dessert. Stephanie, senza farsi prendere dal panico, ebbe l’dea di aggiungere la pasta sulla superficie del dolce e, una volta terminata la cottura, rovesciò la torta su un piatto da portata. Bella da vedere, originale e dal sapore unico, la tarte tatin divenne così un cavallo di battaglia del locale e un’icona della cucina francese.

Vuoi preparare una tarte tatin degna della migliore brasserie parigina? Nel video trovi tutti i passaggi chiave per un dolce perfetto, mettiti alla prova!

Tarte tatin: la ricetta dello chef

Stampa la ricetta
Dosi per: 6 persone Tempo: 35 Min

Ingredienti per 6 persone

  • 8 mele golden
  • 250 gr zucchero
  • 30 gr di acqua
  • Il succo di mezzo limone
  • 300 gr di pasta brisée
  • Confettura albicocca ( per lucidare)
  • Per il brodo dolce:
  • 50 gr di burro
  • 50 gr di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia

Procedimento

1

Prepara il caramello versando in un polsonetto prima l'acqua poi lo zucchero e il succo di limone. Accendi il fuoco al minimo e attendi che inizi a sciogliersi lo zucchero. Mescola il tutto con un cucchiaio di legno e porta a bollore. Di tanto in tanto mescola agitando la casseruola, facendo attenzione che non fuoriesca la schiuma che si forma. Dopo circa 7 minuti il caramello inizia a cambiare colore, aspetta ancora un minuto e spegni il fuoco. Versa il caramello in una tortiera diametro 28 cm con bordi alti e lascia raffreddare.

2

Pela le mele e tagliale in 4 parti.

3

Prepara il brodo dolce facendo bollire 2 litri e mezzo di acqua con lo zucchero, il burro, la polpa e il baccello della bacca di vaniglia.

4

Versa le mele e lascia cuocere 7 minuti, fino a quando iniziano ad ammorbidirsi.

5

Scola le mele e disponile nella tortiera con il caramello solidificato.

6

Ricopri con un disco di pasta brisé leggermente più grande del diametro della tortiera (come mostrato nel video).

7

Cuoci in forno la tarte tatin a 170 gradi per 35 minuti.

8

Lascia raffreddare il dolce e al momento di servirlo scalda il fondo per qualche secondo sul fuoco e rigira su un piatto da portata facendo massima attenzione a eventuali colature di caramello caldo.

Note

A piacere servi la tarte tatin calda con una pallina di gelato alla vaniglia o al fior di latte.

Summary
Recipe Name
Tarte tatin
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
4 Based on 4 Review(s)

Potrebbe interessarti anche:

2 Commenti

  • Reply
    anna matia bovio
    29 dicembre 2016 at 08:50

    Non dite quando si deve usare la marmellata di albicocche, suppongo prima di servire la torta, ma penso sia superfluo visto che è gia lucida per la presenza del caramello

    • Reply
      Ciro Cristian Panzella
      29 dicembre 2016 at 09:13

      Buongiorno Anna, hai ragione, proprio perchè è gia sufficientemente lucida non occorre, a mio avviso, spennellare marmellata. Ad ogni modo sempre alla fine, prima di servirla.

    Lascia un commento