Enogastronomia/ Prodotti Basilicata/ Prodotti tipici italiani

Fagioli Bianchi di Rotonda DOP

Fagioli Bianchi di Rotonda

La Basilicata è una regione che si presta alla coltura dei legumi, ed i fagioli bianchi di Rotonda ne sono un esempio, in quanto divenuti oggi un prodotto di gastronomia eccellenza del territorio. Tutelati dal marchio DOP, i fagioli bianchi di Rotonda sono stati inseriti, su richiesta della regione Basilicata, nell’elenco dei prodotti tipici italiani a denominazione protetta.

La varietà del fagiolo bianco di Rotonda si coltiva in 4 comuni nelle valli del parco nazionale del Pollino, ad una altezza compresa tra i 500 e 700 metri s.l.m., zone particolarmente adatte in quanto ricche di acqua sorgive.

Caratteristiche dei fagioli bianchi di Rotonda

Tipologia di fagiolo molto delicato è apprezzato in cucina in quanto il tegumento (la pellicina) che riveste la biachissima pasta è particolarmente tenera e sottile, e i fagioli bianchi di Rotonda non necessitano di ammollo in acqua come per i comuni fagioli secchi.

Tecnica di produzione

La produzione del fagiolo bianco di rotonda prevede una tecnica di lavorazione antica tramandata nel tempo. Questa pianta rampicante viene piantata a mano e cresce in filari su tralicci di legno di castagno.

La raccolta viene eseguita a mano con estrema delicatezza in modo da preservare il baccello assai sensibile agli urti, allo schiacciamento ed al conseguente cambio di colore.

Utilizzo in cucina

Nella cucina tipica lucana, troviamo tanti piatti tradizionali a base di fagioli; con le cotiche, nella minestra con la scarola, con le lagane, oppure lessati e consumati in purezza con solo olio e pepe.

Il fagiolo bianco di rotonda grazie alla sua delicatezza ed al suo sapore, si sposa perfettamente anche con piatti di cucina creativa di pesce, come la pasta fagioli e cozze o la zuppa di gamberi e fagioli.

Summary
Author Rating
Aggregate Rating
no rating based on 0 votes
Brand Name
Fagioli bianchi di rotonda

Potrebbe interessarti anche:

Nessun commento

Lascia un commento