Paste di meliga, croccanti biscotti piemontesi con mais

Le paste di meliga sono dei biscotti semplici e sfiziosi della tradizione piemontese. Si tratta di un’antica specialità tipica del cuneese, e in particolare di Mondovì, ma che ormai amata e diffusa in tutto il territorio regionale. Croccanti e friabili, le paste di meliga sono biscotti tondi rigati a forma di piccole ciambelline, dal diametro di 7-10 centimetri. Gli ingredienti base sono farina di mais (fioretto), farina di frumento, uova, burro, zucchero e un pizzico di lievito in polvere. Il tutto viene amalgamato ottenendo un impasto piuttosto morbido, simile alla frolla montata per biscotti. Una volta pronto, l’impasto è modellato con una sacca da pasticcere e pronto per essere infornato.

L’importanza delle paste di meliga è confermata dal loro inserimento nella lista dei prodotti italiani agro alimentari tradizionali (PAT), nell’elenco dedicato a paste e prodotti da forno e pasticceria.

Storia e consumo delle paste di meliga

Come molte bontà della cucina regionale di un tempo, anche le paste di meliga sono nate per necessità. Pare infatti che per superare le difficoltà legate a un folle aumento del prezzo del frumento, i fornai piemontesi iniziarono a miscelare negli impasti la farina di mais. Il successo del risultato, friabile e gustoso, li portò a continuare l’esperimento, trasformandolo in una vera ricetta. Nate come dolce casalingo, le paste di meliga sono diventate un prodotto da colazione lavorato anche a livello industriale. La qualità dei biscotti artigianali resta comunque di un altro livello. Non a caso, per tutelare la tradizione di questa specialità, è nato il Presidio Slow Food delle paste di meliga del Monregalese. Ottime in purezza, con un cremoso zabaione o da accompagnare a latte o tè, le paste di meliga sono una delizia tutta da scoprire. Preparale secondo l’antica ricetta con i consigli dello chef!

[sp_recipe]

Info autore
Ciro Cristian Panzella